Un aedo nella Avenida Paulista

“Io sono Rick, cantautore, e voglio cantare per il mio Brasile”. Dice così il cartellone double face, con contatti telefonici strategici, di questo inedito uomo-sandwiche in piedi sullo spartitraffico della centralissima Avenida Paulista.

Su questa trafficata arteria si innalzano i grattacieli simbolo della potenza economica di São Paulo: l’edificio della confindustria locale, che pare una enorme grattuggia, il bussollotto tutto specchi della strapotente associazione dei produttori di zucchero, le sedi delle principali banche della prima piazza d’investimenti del sudamerica.

Tra questi giganti, quasi tutti con eliporto, ci sono anche personaggi minori, ma non secondari. C’è la casa das rosas, un palazzetto in stile eclettico di fine ‘800, unico sopravissuto dei tempi degli esportatori di caffè che per primi abitarono l’avenida. E poi troviamo Rick, che tra macchine e palazzoni, ci offre fiducioso le sue doti musicali.

Advertisements

~ by amandalorienbrasil on 11/03/2010.

One Response to “Un aedo nella Avenida Paulista”

  1. Mi era saltato questo testo. L’ Avenica Paulista è sempre stata un bel colpo d’ occhio per tanti europei che credono trovare una Sao Paulo solo industriale. CI si senti cosmopolitiin quel viale di “respiro internazionale” (sebbene non mi piaccia quest’ espressione). Lo skyline definito dalla terrazza del MASP (Museu de Arte de Sao Paulo) – progettato dal grandissimo Niemeyer) è sempre impattante …. Avrei voluto vedere “l’ uomo sandwich” offrendo le sue doti vocali…. 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: